La mostra, articolata in tre città simbolo della bellezza
delle Terre di Siena (Pienza, Montepulciano, S.Quirico d’Orcia),si ispira nel titolo a una frase dell’abate

Luigi Lanzi, storico dell’arte vissuto tra il XVIII e il
XIX secolo: le opere esposte abbracciano infatti uno
specifico periodo storico – dagli inizi del Cinquecento
alla metà del Seicento – durante il quale l’arte senese si
distinse per molte eccellenti e singolari personalità, talvolta
immeritatamente poco note al grande pubblico.

La presenza, nella chiesa di S. Carlo Borromeo a Pienza, di una splendida pala di Francesco Rustici raffigurante la Madonna col Bambino e i Santi Carlo Borromeo, Francesco, Chiara, Caterina e Giovanni Battista, permette di costruire attorno a quest’opera una interessante esposizione riguardante principalmente l’attività del Rustichino, di cui sono presenti, riuniti insieme per la prima volta, diversi capolavori.

La sezione si prefigge anche lo scopo di illustrare l’ambiente familiare in cui avvenne la prima formazione del pittore, con dipinti di Alessandro Casolani e Vincenzo Rustici, proponendo anche opere di quelle personalità artistiche che tanta importanza ebbero nella sua evoluzione stilistica, quali, ad esempio, Orazio Gentileschi e Antiveduto Gramatica e si chiude con una rassegna di dipinti eseguiti da pittori senesi suoi contemporanei come Rutilio e Domenico Manetti, Bernardino Mei, Astolfo Petrazzi e Niccolò Tornioli che, in misura diversa tra loro, subirono l’influsso della pittura naturalista

Tutte e tre le sezioni, ed è una caratteristica importante del progetto, si aprono al territorio. Invitano cioè il visitatore ad andare alla scoperta di altre opere custodite da pievi, monasteri, conventi, palazzi, piccoli borghi del meraviglioso territorio della Val d’Orcia. Una occasione imperdibile per chi voglia scoprire i tesori conservati nei luoghi più segreti e suggestivi di questa terra che non a caso è  Patrimonio dell’Umanità.

Hours & Info

T 0578717300 | ilbuonsecolodellapitturasenese@gmail.com
ORARIO DI VISITA
18 marzo 2017 | 30 giugno 2017
da lunedì a domenica: 10.30-18.30
Chiuso il martedì